COME ANDARE A MESSA E NON PERDERE LA FEDE 3/3

by: Veritatis Splendor

Download this transcript

Transcript:

[0.17]
agli amici ho chiesto agli amici di rimanere perché gli interventi che hanno fatto io mi auguro che possano essere pubblicati perché hanno dato un contributo a mio modo di vedere non appena per il mio libro ma per la situazione attuale davvero tutti da essere ripresi in maniera apologetica perché voi non ce n'era bisogno di apologetica cioè di capacità di rendere ragioni della fede purtroppo il dramma del pisa vesimo attuale di fronte al mondo anche dentro la chiesa è l'incapacità di dare le ragioni della fede il lavoro che ha fatto dinelli con le famose parole talismani che di cui spesso il cardinale qui parla iniziato molto colpite da anche lui pisa perché non l'esempio italiano e americano imparate delle nuove frasi in lingua italiana che mi dice spesso parole tra gli spari che era rendeva e questo è molto importante guardate noi chi è vicino entusiastici a volte siamo presi famosi e pensiamo che i laici siano come dire di seconda categoria sapete un peto clericalismo duro a morire ed è sbagliato perché la riforma della riforma sta venendo soprattutto dai laici noi piedi ci dobbiamo avere l'umiltà di riconoscerlo e di dare a questi laici tutta la valorizzazione possibile sull'esempio di san giovanni battista il quale ha detto non sono io che devo crescere ma io devo diminuire e lui che deve crescere io incontro sempre tanti larici che e sono grato leoni che hanno fatto un lavoro veramente da pionieri spesso derisi emarginati offesi per direi per dare spazio a queste riflessioni a queste concretamente non sono teoricamente anzi posso dire che la teoria intanto la possiamo oggi vende vende presentare costruire perché c'è già una pratica che ci conforta c'è chi sta venendo fuori che si sta fermando e allora ecco ecco per esempio qui a napoli come altrove noi non siamo molto in quello di colori intendiamo dire che i cattolici perché gli altri mi chiamo gli artisti io non uso la parola conservatori progressisti per vi sono categorie politiche che si usano nei partiti anche se a volte più sa ma anche le imprese astici ma sbagliano perché nella chiesa non esistono conservatori e progressisti della chiesa esistono i cattolici che cioè vivono l'unità della tradizione e del suo sviluppo e poi ci sono i modernisti cioè quelli che seguono le mode on air di stalliere da moda e quindi direbbe sanpaolo quelli che si conformano alla mentalità del momento attuale famoso capitolo dodicesimo della lettera ai romani berset 1 e san paolo in vita già allora i romani ancora a non conformarsi alla mentalità del tempo presente il secolo d purtroppo questa tentazione ricorrente come è stato ben ricordato già nel secolo scorso e purtroppo la liturgia e il capro espiatorio di questa era in tentazione applicare alla liturgia le mode e le mode per fortuna la reazione e la riforma dove per riforma intimo logicamente significa rimettere nella forma qualche cosa che si era formato cercava perso la forma è cominciata è vero perché dieci anni fa noi di queste cose nemmeno si poteva parlare bisogna dire che è stata l'opera di un'urna tenace nascosta però imperterrita di ratzinger che andando in giro per il mondo a spasso il virus e alla fine il contagio è diventato grande e quindi oggi al liceo per il mondo quasi quasi non c'è da rimanere molto meravigliati di trovare la messa celebrata nella forma antica o piuttosto di sentire affrontare questi temi allora ecco è molto importante che noi prendiamo coscienza di quanto è accaduto e non spegniamo non spegniamo non comprendere sopprimiamo quello che già faticosamente è venuto fuori ma lo incoraggiamo no lo sa cresciamo magari con una maggiore larghezza non necessariamente cercato la coincidenza proprio al cento per cento sapete che purtroppo tra i cattolici ci si divide facilmente ci si ostracizza ci si esclude molto più che gli studenti tra i cosiddetti proprio esisti che invece ore che vi subiscono il fallo coalizione noi cosiddetti tradizionali spesso ci mangiamo oggi voltiamo e questo è negativo perché va a scapito della causa invece noi dobbiamo ricercare sempre tutto ciò che ci unisce per far andare avanti la causa che il più grande per le nostre persone noi come remo spareremo ma la causa per cui abbiamo e vero combattuto deve andare avanti guai a identificare la causa con tristezza guai quindi noi siamo dei servitori cioè persone che per grazia di dio ha mantenuto questo giudizio il signore faceva ai profeti mantenere un giudizio quando tutti aver perso la testa è vero così ai profitti hanno salvato il popolo perché siamo ricordati continuamente qual era tutto pareva la verità e così via ecco io vorrei davvero che i contributi di michela chiuso e di guido vignelli fossero questo si aprì con i mezzi attuali di divulgazione risi e rilanciati perché offrono da laici quali loro sono un grande aiuto uno strumento di aiuto proprio dire impareggiabile per sostenere sì quelli che sono i diritti di dio perché dio ai sogni prima di noi e la liturgia non fa che riaffermare i diritti di dio più che dell'uomo anzi se no qualche diritto ancora ce l'ha e perché dio che gli consente di averlo e poi vorrei che lo dimenticasse che siamo in un tempo in cui gli uomini si cambiano i capricci per diritti come liam a ritmi parola valentia per xvi e quindi oggi tutti sanno parlare dei propri diritti e dei propri capricci ma di ciò che è il divino diritto non parla quasi nessuno perciò quel convento sicuramente il righello riusciremo prima o poi ha fatto ma è importante dell'evento che noi tutti mi riferisco non si tocca a voi che siete qui presenti facciamo unità facciamo porto ecco io so che qui a napoli da poco solo venti sacerdoti dell'istituto di cristo re che ovviamente il cardinale ha invitato a entrare la diocesi e questo è l'arricchimento indubbiamente certo loro non sono venuti nel deserto nella landa solidaria sono arrivati in una realtà dove già vari laici in diversi punti della città di napoli grande ma metropoli è vero già operava e quindi devono loro anche tener conto di questa realtà che li ha preceduti e quindi cercare insieme dire in cordialmente di collaborare per diradare interiormente questa presenza per un'unica ragione ciò che salva il mondo non sono i proclami ideologici politici ma solamente la santa messa perché i mode e stato gia salvarla visto nel momento in cui e mi ha offerto se stesso sulla croce noi possiamo altro che dei continuatori cioè coloro che applicano che come dire fanno arrivare quella salvezza nel nostro tempo agli uomini del nostro tempo quindi rivolta che noi celebriamo la santa messa non facciamo altro che aprire i canali di una salvezza che già vinta noi non siamo i salvatori del modulo e siamo solo degli strumenti dei trasmettitori spero facilitatori perché questa salvezza arrivi il più possibile comunque dunque non dividiamoci tra loro non litighiamo come di cellino uni caritas non mettiamo da parte liti prima anzianità supremazia certo si gli egoismi che sono tutte cose del maligno con cui maligno vuole impedire l'opera della salute leggiamo sempre al primo posto il signore è certamente come dice sa vedere se non avremo messo davanti al signore altre cose elicicoltura tutti alla vita eterna



Description:
More from this creator:
Il libro Come andare a Messa e non perdere la fede di Nicola Bux, nella nuova edizione pubblicata dall’Editoriale Il Giglio (Napoli 2016, pp. 208, € 15) è stato presentato sabato 26 novembre 2016 all’Hotel Renaissance Mediterraneo di Napoli. Sono intervenuti: Marina Carrese, presidente della Fondazione; il prof. Guido Vignelli, del comitato scientifico della FONDAZIONE IL GIGLIO; il prof. Miguel Ayuso, presidente dell’Unione Internazionale dei Giuristi Cattolici.
Disclaimer:
TranscriptionTube is a participant in the Amazon Services LLC Associates Program, an affiliate advertising program designed to provide a means for sites to earn advertising fees by advertising and linking to amazon.com
Contact:
You may contact the administrative operations team of TranscriptionTube with any inquiries here: Contact
Policy:
You may read and review our privacy policy and terms of conditions here: Policy